Assicurazioni

Assicurazioni: arriva la micro-polizza che si attiva all’istante

Arriva la micro-polizza: di cosa si tratta? Come funziona? Le assicurazioni vanno di pari passo con la tecnologia che avanza ogni giorno con cambiamenti orientati a facilitare la vita delle persone. Ecco perché arrivano le micro-polizze, le assicurazioni istantanee che si attivano con due click spendendo molto meno rispetto alle assicurazioni tradizionali.

Come funzionano oggi le assicurazioni online?

Le assicurazioni via web sono in tutto e per tutto uguali a quelle tradizionali.

Offrono però la comodità di poterle attivare comodamente da casa o addirittura quando siamo fuori, usando il nostro smartphone. Oggi tutte le migliori compagnie assicurative offrono servizi web. Con questi è possibile  scegliere il miglior contratto, controllare le scadenze e molto altro ancora.

In questo modo è possibile anche tenere traccia dei certificati di rischio, delle scadenze e dei pagamenti. Questi servizi sono utili anche per disattivare quelle temporanee per i mezzi a due ruote, dato che ai primi freddi restano parcheggiati in garage.

Arrivano le assicurazioni temporanee: polizze istantanee a copertura limitata nel tempo

Sono arrivate da poco le assicurazioni limitate, meglio conosciute come instant insurance. Si tratta di micro-assicurazioni che costano come qualche caffè al bar e che possono avere valenza anche solo per qualche giorno. Questo genere di assicurazioni è utile per eventi come una vacanza, una partita di calcetto o per una breve permanenza fuori casa per lavoro. Sono attivabili per qualsiasi necessità. Voli cancellati, smarrimento dei bagagli e per qualsiasi evenienza fuori casa per le quali desideriamo assicurarci contro l’imprevedibilità degli eventi.

Come funzionano la micro-polizza?

Il loro funzionamento è semplicissimo: basta collegarsi online e avviare la sottoscrizione comodamente da casa o da app. Compilando tutti i dati richiesti si provvede poi al pagamento che è attualmente di due tipi: pay per use o mensile. Il primo funziona a consumo, ovvero per coprire un solo evento limitato nel tempo. Le tipologie di assicurazione micro a pagamento mensile, sono le cosiddette polizze ricorrenti. Esse si attivano o disattivano a piacimento dietro pagamento di un premio mensile tramite carta prepagata o carta di credito. Al momento il mercato, in Italia, è ancora piuttosto giovane ed acerbo. Si stima che pian piano questo tipo di assicurazioni prenderà piede molto velocemente, specialmente in ambito viaggi ed eventi sportivi, dove le tradizionali coperture risultano spesso non soddisfacenti a ripagare i danni subiti.

La micro-polizza è sicura?

Ovviamente si. Si tratta di micro-pacchetti assicurativi molto validi e convenienti che assicurano la copertura nei casi espressamente previsti dal contratto di attivazione della polizza, motivo per cui è sempre consigliabile leggere con attenzione le coperture. Inoltre, visto il boom di truffe assicurative compiute da malintenzionati online, prima di attivare questo particolare tipo di micro-polizza è opportuno fare dei piccoli ma utilissimi controlli. Difatti le compagnie assicurative online devono necessariamente esporre recapiti e dati fiscali con i quali controllare la veridicità e la reale esistenza delle stesse. Inoltre le compagnie assicurative devono necessariamente essere presenti sul portale dell’IVASS, l’ente che vigila sul settore mostrando l’elenco completo e sempre aggiornato delle imprese italiane ed estere che offrono assicurazioni.

Tutto ciò che devi controllare è l’elenco, o meglio il Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi che include le persone fisiche e le società autorizzate ad esercitare il ruolo di intermediario assicurativo. Se non trovi la compagnia o l’intermediario e se il sito web non fornisce informazioni di recapito e di contatto quasi sicuramente ti trovi dinanzi a qualche irregolarità. Inoltre se l’intermediario risulta frettoloso nella conclusione dell’accordo e non offre sedi fisiche a cui rivolgersi per avere maggiori informazioni è opportuno segnalare l’attività all’IVASS e non procedere al pagamento della polizza.

Tags
Back to top button